Come Utilizzare uno Smartphone come Ripetitore WiFi

Se volete sapere come utilizzare il vostro smartphone come ripetitore wifi,seguite questa guida.

I più moderni smartphone ormai tendono sempre di più ad assomigliare a dei veri e proprio computer grazie alle prestazioni elevate offerte dal processore e dalla memoria ram e dalla memoria grafica…

Tra le numerose funzioni che è possibile svolgere grazie alle applicazioni presenti nel google play (il vecchio market) ci si dimentica spesso che android è comunque un sistema operativo pieno di risorse.

Infatti tutti i dispositivi che montano il sistema operativo open source android, che permettono la connessione ad internet tramite wifi, permettono nativamente la modalità di condivisione tethering wifi
Questa impostazione non è nient’altro che la possibilità di poter condividere, con altri dispositivi , la connessione ad internet con cui il nostro smartphone, o tablet, android è connesso alla rete…

Questa opzione permette quindi di utilizzare il nostro smartphone come un costoso ripetitore wifi. Per accedere all’impostazione basta andare in impostazioni – connettività – wifi e spuntare la voce tethering wifi.

A questo punto ci verrà chiesto come vogliamo chiamare la nuova connessione…mettiamo un nome qualunque… Adesso accendiamo il wifi del dispositivo con cui abbiamo intenzione di accedere ad internet.

Eseguiamo la ricerca delle reti e selezioniamo quella appena creata con il smartphone.A questo punto non ci resta che connetterci alla rete inserire la password (se ne è stata impostata una )e goderci il nostro nuovo ripetitore wifi.

Attenzione… se si connettono troppi dispositivi e si lascia acceso per troppo tempo il wifi, il telefono comincia a scaldarsi e quindi è meglio farlo riposare un pochino se questo accade. Spero di esservi stato utile.

Approfondisci

Come Arredare Casa con Computer

Vuoi arredare la casa con il computer ma non sai quale programma devi scaricare? Su internet è possibile reperire ogni genere di strumento che ti consente di arredare un’abitazione in men che non si dica. Se lo vuoi fare per semplice divertimento, ti consiglio di scaricare un’app gratuita. Se invece ti occorre per motivi più seri, vedremo anche qualche software professionale per l’arredamento della casa.

Uno dei migliori programmi per arredare la casa è Sweet Home 3D. Sweet Home 3D è un software per il disegno di interni che ti aiuta a disporre il tuo arredamento in su di una piantina 2D, con un anteprima 3D. Puoi scaricare Sweet Home 3D per istallarlo sul tuo computer e/o usarlo online con il tuo browser. Sweet Home 3D è disponibile in Italiano, Inglese, Francese, Portoghese, Tedesco e gira su Windows, Mac OS X 10.4 / 10.9, Linux e Solaris.

Come detto, puoi usufruire di questo software sia tramite internet con il tuo browser (senza scaricare nulla nel PC) sia installando il programma ufficiale. Prendi la tua decisione e collegati sul sito web SweetHome3D.com! Ma esistono altri servizi come questo? Certo che sì, ed uno dei principali del settore è pCon Planner.

pCon.planner è un’applicazione professionale e gratuita che ti consente di creare complessi ambienti arredati in maniera semplice. Puoi visualizzarli con una straordinaria qualità realistica. Che tu sia un designer d’interni che deve arredare un ufficio, un facility manager che deve progettare il trasferimento di un reparto, pCon-planner.com supporta perfettamente le tue esigenze e la tua immaginazione contestualizzata nel design d’interni.

Infine, l’ultimo programma che ti consiglio di provare è Ikea Home Planner che trovi nel sito web Ikea.com. Progetta gli interni della tua abitazione con l’aiuto dei planner IKEA. Grazie al nostro software dal facile utilizzo, puoi scegliere i mobili che si addicono perfettamente alle dimensioni delle tue stanze. Puoi utilizzare una serie di combinazioni per arredare la tua casa nel miglior modo possibile. Il servizio è totalmente gratuito ed è disponibile in lingua italiana.

Approfondisci

Come Arcuare una Scritta

Stai creando un volantino per la tua festa di compleanno ma vorresti personalizzarlo con qualche scritta un po’ più particolare del solito? Non ti preoccupare, perché hai la possibilità di farlo direttamente con un programma gratuito: Microsoft Word! Usando questo strumento che trovi già installato su Windows, finalmente sarai in grado di scoprire come arcuare una scritta in pochi e semplici passi. Fidati, è molto più facile di quel che pensi.

In realtà è possibile arcuare una scritta anche con il celebre software di grafica chiamato Adobe Photoshop, ma la procedura è decisamente più complessa e, soprattutto, per avere il servizio in questione bisogna comprarlo. Invece, facendo uso di Microsoft Word potrai farlo in un attimo e senza pagare. Quindi, prenditi due minuto di tempo che ti insegno cosa devi fare.

Per farlo apri Microsoft Word e fai clic sulla sezione Inserisci che trovi in alto nel menù. Dalla voce Casella di testo devi scegliere la frase Casella di testo semplice per aprire una nuova casella di testo dove inserire la scritta da arcuare. Adesso scrivi il testo nella casella, poi premi sulla freccia nera che trovi ai bordi di essa e, dal menù Stili Forma, clicca sulla voce Nessun contorno.

Per arcuare la frase che hai appena digitato devi utilizzare lo strumento con l’icona A che trovi nella barra Stili WordArt. Puoi decidere uno dei tanti stili che sono presenti nella sezione Trasformazione, pertanto scegli quello che ti piace di più e selezionalo. Al termine delle modifiche, per salvare il nuovo file con la scritta arcuata fai clic prima su File e poi sulla voce Salva con nome.

Approfondisci

Come Ordinare il Guardaroba

Ogni cambio di stagione prevede una sfida da affrontare, soprattutto per le donne: il cambio di guardaroba!! Ogni anno ci sono vestiti da scartare, altri da comprare, alcuni da tenere e qualcuno da dare via.

Non è semplice, anzi direi che è faticoso almeno quanto le pulizie di primavera. Ma con un poco di organizzazione si riuscirà a compiere anche questa piccola impresa. Vediamo cosa fare seguendo questa guida presente su Leggereleggereleggere.com. Per iniziare, togliete tutti i capi dall’armadio.

Lasciateli arieggiare, magari poggiandoli sul balcone o su una sedia. Nel frattempo pulite l’interno del guardaroba con un panno umido e un poco di detersivo, di quelli che non è necessario risciacquare (per vostra comodità!)

Ora inizia il bello: indossate tutti i capi per decidere quali tenere, quali sono diventati piccoli, quali sono rovinati. Quelli che possono essere cuciti e quelli i cui buchi ormai sono crateri e vanno buttati.

E’ importante fare prima questa operazione e solo dopo lavarli, perché sarebbe uno spreco usare acqua e detersivo per lavare un capo che appena asciugato butterete via. Ora mettete i panni scartati in una bustona a parte e decidete che farne.

Quelli in buone condizioni, magari diventati piccoli, possono essere passati a qualche sorella o cugina minore. Oppure potete donarli a un ospizio o alla caritas. O ancora, per le strade ci sono gli appositi contenitori per la raccolta di scarpe e vestiti.

Quelli che vi siete tenute vanno lavati e stirati. Prima di riporli, poi, nel guardaroba, organizzatelo. Usate delle saponette sigillate nei cassetti per profumarli, gli anti-tarme e gli appendini di ultima generazione che non fanno scivolare via gli abiti e fanno risparmiare spazio.

Approfondisci

Come Collegare Mac a Stampante di Rete Windows

Se avete una stampante che viene condivisa per stampare da più computerr Widows, e volete che anche un computer Mac si connetta ad essa (sempre tramite la stessa rete), questa guida fa per voi. Seguite la guida e il vostro Mac stamperà da rete Windows.

Prima di tutto devi prendere un foglio per annotarti alcune informazioni. Vai su un computer Windows già collegato alla rete domestica. Clicca su “start”, poi su “pannello di controllo”, scegli “sistema e sicurezza”, ed infine “sistema”. Da qui, devi annotarti 3 cose: il nome del computer; il nome del “gruppo di lavoro”; il tuo nome utente dell’account Windows.

Ora devi collegare la stampante ad un computer Windows. Per una questione di sicurezza, è meglio che questo computer abbia una password utente. Nel caso non sia così provvedi ad aggiungerla (e segnatela nel foglio del passo numero 1. Ora devi far si che la stampante venga condivisa in rete: vai su “start” e scegli “dispositivi e stampanti”.

Da “dispositivi e stampanti” scegli la stampante da condividere, cliccaci su col tasto destro del mouse, e scegli “proprietà stampante”, poi “condivisione”, ed infine “condividi stampante”. Ti verrà chiesto ora di scegliere un “nome di condivisione”. Sul foglio del passo 1 annotati anche questo “nome di condivisione”.

Ora passa al computer Mac. Vai su “preferenze di sistema”, poi su “stampa e fax”. ui devi aggiungere una stampante cliccando su ” “. Apparirà una finestra. Ora tenendo pigiato il tasto ctrl, clicca sulla parte alta della finestra. Ora vai su “personalizza barra strumenti” e aggiungi il “menu avanzato”.

Dal menu avanzato, vai su “etichetta tipo” e scegli “windows”, poi “dispositivo”, ed infine “un altro dispositivo”. Ora recupera il foglio con i dati raccolti nei passi precedenti. Posizionati nel campo url e scrivi: smb://”nome utente”: “password”@”gruppo di lavoro”/”nome del computer”/”nome di condivisione”.

Scegli il nome che la stampante avrà sul computer Mac e inseriscilo sotto “etichetta nome”. Nel campo “stampa con” scegli “seleziona software stampante” e scegli la tua stampante. Quando tutto è completato, clicca su “aggiungi”. A questo punto, il tuo Mac è collegato con la stampante sulla rete Windows.

Approfondisci