Migliori Programmi per Fare Screenshot

Uno screenshot è l’immagine di quello che viene mostrato in un certo momento sullo schermo del computer, gli screenshot possono essere utili in diverse situazioni e gli strumenti che permettono di salvarli sono numerosi.

In Windows troviamo l’applicazione Strumento di cattura, presente nel menu Accessori, che permette di completare questa operazione senza installare programmi aggiuntivi ma in rete troviamo programmi gratuiti con funzionalità aggiuntive direttamente interessanti.

Charny Screenshot Tool

Un programma che può essere utilizzato senza installazione e risulta essere molto semplice e veloce.
Permette di fare uno screenshot della finestra attiva, di tutto lo schermo o di una determinata area.

ScreenCatch

Un altro programma che può essere utilizzato senza installazione.
Dopo che è stato effettuato il salvataggio dell’immagine, risulta possibile effettuare alcune modifiche come cambiare le dimensioni attraverso l’editor messo a disposizione.
Interessante l’opzione che permette di caricare direttamente le immagini sul server degli sviluppatori per condividerle in modo veloce.

SnapInstall

La funzionalità che caratterizza questa applicazione è la possibilità di salvare in modo automatico tutti gli screenshot all’interno di un file pdf.

PtrScr

Un programma per creare screenshop che mette a disposizione alcune funzionalità interessanti come la possibilità di salvare una zona dello schermo delimitata in modo manuale.
L’applicazione permette di modificare l’immagine inserendo note.

FireShot – Componenti aggiuntivi per Firefox
FireShot rappresenta uno strumento molto utile per chi utilizza Firefox e ha la necessità di fare screenshot di pagine web.
Permette di salvare un’immagine completa della pagina in modo molto semplice.

Awesome Screenshot – Estensioni per Google Chrome
Rappresenta l’alternativa a FireShot per chi utilizza Google Chrome. Risulta possibile fare lo screenshot completo di una pagina o di una determinata parte.

SnagIt

Si tratta probabilmente del programma più completo per gli screenshot.
Dopo che è stato installato, rimane in escuzione e può essere attivato premendo il tasto Stamp.
una volta salvata l’immagine, viene aperto un editor tramite cui è possibile ridimensionare l’immagine, evidenziare elementi e inserire delle frecce.
Il programma può essere utilizzato gratuitamente per trenta giorni

Approfondisci

Come Spegnere Automaticamente il Computer

Lo spegnimento automatico del pc risulta essere molto semplice utilizzando un programma gratis in inglese, ma semplice da utilizzare, chiamato Sleep Timer.

Il programma è molto leggero e veloce. Come funziona? In pratica, una volta scaricato (la procedura è classica, scaricate il file di installazione, lo aprite e completate la procedura di installazione), Sleep Timer vi consente di spegnere il vostro computer scegliendo una delle tre modalità offerte dal programma.

-Countdown (Conto alla rovescia). Impostando questa opzione, il vostro computer si spegnerà dopo un certo periodo di tempo da voi stabilito. Ad esempio, se vogliamo che il nostro PC sia spento tra due ore, impostiamo le due ore e clicchiamo su Play per dare il via al conto alla rovescia, al termine del quale il PC si spegnerà da solo.

-Inactivity (Inattività). Il PC si spegne in automatico se non viene utilizzato entro un certo tempo prestabilito. L’opzione risulta particolarmente utile se lasciate il vostro gioiellino acceso per molto tempo. Selezionando sempre due ore (sfruttando l’esempio di prima), il PC si spegnerà dopo due ore di inattività.

-Time. Potete scegliere l’orario in cui spegnere il PC.

Sleep Timer è disponibile solo per Windows.

Approfondisci

Come Creare Lista di File Presenti nella Cartella

Avete mai avuto la necessità di creare una lista partendo dal contenuto di una cartella, elencando tutti i file e le sottocartelle? E’ vero che il comando dir digitato dalla riga di comando di Windows ha proprio questa finalità, ma è una procedura non proprio amichevole e graficamente sgradevole.

Directory Print è un tool alquanto utile in grado di generare la lista dei file e delle sotto-cartelle presenti in una cartella in pochissimi passaggi. Risulta essere compatibile con i sistemi Windows, è gratuito, ed è disponibile al download a questo indirizzo.

Basta scaricarlo e lanciarlo (immagine d’apertura). Sulla sinistra sarà visibile una struttura ad albero di tutte le cartelle del nostro computer, cliccando su di una di esse sarà generata la lista dei file presenti in essa.

In basso sono presenti alcuni opzioni tramite cui abilitare il conteggio delle sotto-cartelle, dei file nascosti, di sistema e di sola lettura, e di mostrare l’estensione dei file e la loro icona.

Infine, tramite i due pulsanti Print e Save as file è possibile, rispettivamente, stampare la lista generata o salvarla in una file a parte.

Approfondisci

Come Togliere la Protezione da un File Pdf

In articoli precedenti abbiamo visto come unire pdf e come modificare pdf, oggi parliamo di un’altra operazione utile che è possibile effettuare su questo tipo di file, sproteggere pdf.

Sproteggere i pdf risulta necessario quando si devono modificare dei file protetti e risulta essere piuttosto semplice. Oggi ci viene in aiuto un programma gratis chiamato PDF Unlocker che risulta essere molto leggero e semplice da utilizzare.

Come prima cosa è necessario accedere al sito e scaricare l’applicazione. A questo punto è possibile eseguire l’installazione eseguendo il file scaricato. La procedura risulta essere molto veloce, dovrete cliccare su Next, poi su Install. Infine, dovrete cliccare su Finish.

Una volta completata l’installazione, è possibile avviare PDF Unlocker. L’applicazione mostra una semplice finestra una volta aperto. Vi basterà trascinare il pdf da sproteggere all’interno della finestra e il programma trasformerà il file in un pdf modificabile.

Il programma non consente di trasformare il pdf in un file di word o in un file di blocco note, o comunque non è un programma che trasformi il documento pdf in altro formato, PDF Unlocker offre solo la possibilità di sproteggere i file pdf.

La procedura per sproteggere pdf può avere una durata variabile da pochi secondi a pochi minuti in base al peso del file che dobbiamo rendere scrivibile.

Approfondisci

Come Disdire Contratto Telecom

Telecom è sicuramente l’operatore più utilizzato per quanto riguarda la telefonia, oggi però le alternative non mancano.
Di conseguenza, è possibile che ci si trovi con la necessità di disdire il proprio contratto. Vediamo cosa fare in questi casi.

Per iniziare, è importante fare una distinzione tra la disdetta per passare a un altro operatore e la disdetta per interrompere il servizio.
Il primo è sicuramente il caso più semplice.

Se si vuole passare a un altro operatore mantenendo il proprio numero, basta infatti contattare il nuovo operatore e sottoscrivere il contratto.
Sarà quindi l’azienda a gestire l’operazione, interrompendo il contratto Telecom e iniziando a fornire il proprio servizio.
Per fare il modo che il nuovo operatore possa gestire il passaggio, è necessario comunicare il codice che viene riportato nella bolletta Telecom.
Senza questo codice, il nuovo operatore non può infatti gestire il passaggio.
L’operazione dovrebbe essere completata in dieci giorni.

Per quanto riguarda i costi, bisogna sapere che partono a 35,18 euro per la linea voce e ADSL e a 99 euro per la linea in fibbra ottica.
La spesa può però aumentare a seconda del contratto che è stato sottoscritto.

Inoltre, è importante ricordare che tutti i dispositivi in comodato devono essere restituiti presso uno dei centri Telecom, come spiegato in questa pagina.

Situazione diversa è quella della disdetta per cessazione della linea.
In questo caso, come prima cosa, bisogna scaricare questo modulo disdetta Telecom e compilarlo con i propri dati e quelli del contratto da disdire.
Il modulo deve poi essere stampato e inviato tramite raccomandata all’indirizzo Telecom Servizio Clienti Residenziali, Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma).
I costi sono gli stessi che abbiamo indicato in precedenza e anche in questo caso è necessario restituire i dispositivi che si hanno in comodato.

Esiste un ultimo caso da segnalare.
Se si è sottoscritto il contratto a distanza, tramite telefono o attraverso la rete, da un meno di quattodici gioni, si ha la possibilità di fare il recesso senza costi.
Si tratta di una possibilità prevista dalla legge per tutti i contratti che è importante conoscere.

Approfondisci