Come Cancellarsi da Meetic

Sul web sono davvero tanti i siti che per potere essere utilizzati necessitano obbligatoriamente di registrazione.

Uno tra i tanti, il sito di incontri online tra i più famosi, sto parlando di Meetic.

Mi è capitato di leggere di utenti che vorrebbero cancellarsi da tale servizio.
Il mio articolo oggi sarà proprio dedicato alla sospensione dell’account su Meetic.
Prima di tutto entra nel sito con le tue credenziali d’accesso, clicca sul tasto Account, successivamente clicca su Le mie informazioni personali e poi su Per sospendere il tuo profilo, clicca qui.

In questo modo non apparirai più nella lista dei tuoi amici di Meetic e non riceverai nessun avviso, però i tuoi dati rimarranno congelati fino a quando non deciderai di riattivare l’account Meetic.
Se invece sei proprio convinto di cancellarti definitivamente, segui questa procedura:
Entra su Meetic e clicca su Account, poi su Le mie informazioni personali, anche stavolta vai a cliccare sul link Per sospendere il tuo profilo, clicca qui, e clicca questa volta sul link Per eliminare definitivamente il tuo account e tutte le informazioni, clicca qui, che si trova un pò più in basso nella pagina.
A questo punto ti apparirà una schermata che ti chiederà di inserire il tuo alias e la tua password per confermare l’operazione.
Infine premi il tasto Conferma.
Avrai così cancellato definitivamente l’account Meetic.

Approfondisci

Come Bloccare le Chiamate Internazionali da Telefono Wind

Per evitare costose chiamate internazionali in uscita, che partono in modo involontario con schede prepagate wind, è possibile attivare il blocco in uscita. L’operazione non è molto complessa, è possibile attivare, disattivare il blocco usando alcuni codici. Vediamo quali.

Per Schede Prepagate Wind Può capitare di ricevere chiamate anomale, anonime, magari dall’estero. Rispondendo potresti non sentire alcuna risposta o sentire il tuo telefonino in chiamata (come se stessi effettuando tu una chiamata). In questo caso (senti il telefonino in chiamata), se prima di rispondere hai visualizzato sul display un numero non comune che inizia per esempio con +9 (simbolo più, poi 9, poi segue il resto del numero) è probabile che tu stia per effettuare una chiamata internazionale con un probabile addebito sulla scheda prepagata, decidi se proseguire o meno. Vediamo come individuare la nazione dalla quale proviene la chiamata.

Avvia il browser, avvia il motore di ricerca, digita prefissi telefonici internazionali, individua la nazione dalla quale proviene la chiamata. Individua la nazione dalla quale proviene la chiamata, stabilisci se questa risulta anomala o meno. Se decidi di bloccare le chiamate internazionali in uscita prosegui col passo successivo.

Per le schede prepagate wind puoi ottenere i codici di blocco così, avvia il browser, vai sul sito Wind, fai click su AREA CLIENTI, sulla sinistra click su Assistenza Wind, click su Domande frequenti, click su Telefono Mobile, come argomento domanda seleziona Comandi dal telefonino, come domanda seleziona Comando Limitazione di tutte le chiamate internazionali in uscita, compaiono in Risposta i codici per attivare e disattivare il blocco (generalmente bisogna digitare il codice desiderato, premere su OK o Tasto Verde o Tasto per Chiamare, spegnere e riaccendere il telefonino).

La password fornita nel codice per l’attivazione e disattivazione del blocco è quella standard, cioè quella fornita da Wind per tutti i cellulari (leggi quanto riportato nella risposta che ottieni selezionando come argomento domanda Comandi dal telefonino, come domanda Limitazione delle Chiamate). Prima di attivare il blocco puoi richiedere ulteriori dettagli e spiegazioni ad un consulente Wind chiamando il 155, gratuito solo per i clienti Wind o per chi chiama da rete fissa Telecom Italia, o seguendo questa guida sul servizio clienti Wind.

Disattivare le chiamate internazionali è quindi molto semplice.

Approfondisci

Come Nascondere Loghi nei Video

Se non sei un esperto di programmi di montaggio video e non hai molta dimestichezza con la lingua inglese, Avidemux fa al caso tuo.

Infatti con Avidemux è possibile oscurare scritte sui video e anche loghi o volti che si desidera in parte rimuovere.
Applicare filtri in tempo reale, lavorare sui sottotitoli tagliare, unire, ecc.
Il software è alla portata di tutti, è free ed è disponibile anche in lingua italiana.
Accedi al sito per effettuare il download e mettilo alla prova.
Non ti deluderà. L’interfaccia è intuitiva e completa di ogni comando.
Vediamo come eliminare sottotitoli, loghi o bande nere.

Apri il file video.
Entra nella finestra dei Filtri, seleziona dal menù Video – Filtri o tramite il pulsante a destra, il terzo della sezione video.
Dal menù Filtri disponibili scegli dalla sezione Trasforma il filtro Crop.
Definisci i parametri di Crop: quanti pixel a destra, a sinistra, in alto e in basso; la funzione Autocrop identifica automaticamente le bande nere da tagliare in un film, inoltre puoi effettuare altre modifiche, come sottotitoli, cambi di colore o effetti grafici.
Scegli un formato video da Avidemux dal menu Video – Codificatore.
File – Salva Video per salvare il file.

Davvero semplice, renderai il video che hai scelto ottimo per essere usato in materiale privato o scolastico dove bande nere e scritte in sovraimpressione non servono a nulla

Approfondisci

Come Ricalcare Foto con Photoshop

Per ricalcare uno sfondo o un soggetto in un’immagine ci sono molti metodi e alcuni programmi lo permettono, non solo Illustrator.

Uno di questi è l’immancabile Photoshop! Vediamo come si deve procedere per realizzare la tecnica del ricalco.
Ecco un video tutorial che ho trovato per voi su Youtube

Lancia il software e importa un’immagine, si creerà così un livello base.
A questo punto Crea nuovo livello e prendi lo Strumento pennello.
L’opacità del livello deve avere una percentuale del 100% o secondo le preferenze.

Per ottenere un miglior lavoro puoi utilizzare anche lo Strumento penna o penna grafica.
Inizia a ricalcare i volti per intero o gli sfondi, occhi, bocca ecc.
In questo caso si tratta di un cagnolino, al quale andrai a disegnare i baffi e altro.
C’è da dire che con lo strumento penna è possibile seguire meglio le curve.
Infine con il tasto destro del mouse scegli la scritta Traccia tracciato.
Seleziona lo strumento pennello e spunta Simula pressione e quindi ok.
Questo metodo si utilizza con la penna grafica mentre con lo strumento penna o pennello non è necessario spuntare Simula pressione.
Successivamente crea altri livelli, per esempio per le sfumature, i contorni ecc.
Ripeti per ogni livello lo stesso procedimento, infine il disegno può anche essere colorato con lo strumento secchiello, dopo avere scelto un colore di riempimento, o con lo strumento pennello.

Approfondisci

Come Stampare i Volantini

Ecco una semplice guida che ci spiega come si stampano volantini e biglietti da visita in maniera professionale.
Molte persone si recano nella propria tipografia di fiducia, convinti di avere il materiale giusto da consegnare, ma spesso restano delusi. Ecco di cosa abbiamo bisogno

Il primo passo prima di intraprendere qualsiasi lavoro grafico è porsi il seguente quesito
Quale formato voglio ottenere?

Perfetto, ora che sapete quale formato volete per i vostri volantini o biglietti da visita, potete recarvi, telefonare o semplicemente recarvi sul sito del vostro tipografo di fiducia e chiederli le caratteristiche che deve avere il file per la stampa del formato voluto.

Solitamente, il file che vi richiedono ha dimensioni di qualche millimetro più grandi rispetto al formato stampato finale. Questa differenza è dovuta al margine di rifilo, che serve per ottenere un taglio pulito (senza quegli antiestetici bordi bianchi).
Per esempio, se vogliamo stampare un formato A5, di dimensioni 14,8 cm x 21 cm, il file richiesto potrebbe essere di dimensioni pari a 15,2 cm x 21,4 cm.

Ora, ricordatevi di inserire i testi e le immagini significative, ad almeno 6 mm di distanza da ogni lato del volantino (chiamato margine di sicurezza), in modo da prevenire eventuali tagli errati da parte della macchina di taglio, trovandoci di fronte ad un volantino con magari l’iniziale del nostro testo tagliato via.

Quando impostate il file, ad esempio su photoshop, assicuratevi di avere una risoluzione di almeno 300 DPI, in grado di garantirvi un risultato finale di stampa ottimale. Risoluzioni inferiori, riducono sensibilmente la qualità del volantino, e molte tipografie (se sono serie) non dovrebbero neppure accettarvi il file prima di inviarlo alla fase di stampa.

Un’altra impostazione da tener conto è la modalità colore.
Lavorate con la modalità colore settata a CMYK (quadricromia), poichè le maggiori tipografie lavorano in modalità offset, per cui, non vi è la possibilità di stampare tutto il range di colori fornito dalla modalità RGB

Spesso e volentieri, se inviate i file in modalità RGB, verranno convertiti automaticamente in CMYK, ottenendo cromature e colori differenti rispetto a come li volevate.

Non fidatevi mai dei colori dei monitor, spesso i colori variano da monitor a monitor, per cui, se avete una stampante a colori, provate a stampare qualche bozza.
Infine, inviate i file con formati non modificabili, ad esempio JPG in alta qualità, TIFF su un unico livello o PDF su un unico livello con font convertiti in tracciati. In questo modo siete sicuri che la stampa sia fedele al file, senza errori dovuti a sovrapposizione di livelli o font mancanti.

Ultimissima annotazione, rileggete bene il testo per evitare errori ortografici!! Dopo non si possono più correggere.

Approfondisci