Come Aumentare Cache di Firefox

Il mondo dei browser si suddivide in tre grosse categorie: la prima riguarda gli utenti che utilizzano il browser prodotto da Microsoft che è il più datato in questo settore; la seconda vede coloro che usano Google Chrome, il programma di casa Google che punta tutto sulla velocità di navigazione; la terza, invece, è costituita dalle persone che fanno uso di Mozilla Firefox, la volpe rossa più veloce del web!

Oggi ci occuperemo di vedere proprio una funzionalità che ha a che fare con Firefox. Nella guida di oggi andremo a conoscere la modalità per aumentare la memoria cache del software! Non sai di cosa si tratta? La memoria cache è un’area che propone una memoria temporanea. Essa memorizza un insieme di dati che verranno usati in seguito per caricare più velocemente le pagine web!

Per aumentare la cache di Firefox, apri il browser e fai clic sul menù in alto per scegliere la voce Opzioni. Scegli la scheda Avanzate e premi sul settore dedicato alla Rete. Imposta il limite della cache a 1024 MB e fai clic su OK per salvare le modifiche che hai appena effettuato al programma. Poi, digita nella barra degli indirizzi la parola about: config e premi sul pulsante Invio della tastiera.

In questo modo, aprirai una schermata avanzata per la gestione di Mozilla Firefox. Clicca in una zona vuota della pagina e scegli Crea un nuovo valore. Seleziona la voce Intero e digita il parametro browser. Cache. Memory. Capacity con un valore di 1024 MB. Conferma le modifiche, riavvia il sistema ed il gioco è fatto. Ora sei pronto a navigare con più cache.

Approfondisci

Come Utilizzare Tastiera Russa e Cinese Online

Nel mondo della globalizzazione è assolutamente necessario disporre di numerose tastiere pronte all’uso. Dato che sei un esperto in questo settore, hai già provveduto ad impostare su Windows la tastiera russa, araba e cinese. Il problema è che i tasti sono posizionati in maniera nettamente diversa rispetto alle tastiere originali. Si può risolvere questo problema.

Per usufruire di tastiere originali che offrono i tasti nelle posizioni esatte, non devi far altro che recarti nel portale che prende il nome di I2Type. Una volta che hai effettuato l’accesso alla pagina, clicca sul menù a tendina English per selezionare la lingua che ti occorre. Come puoi notare dalla immagine in alto, è presente pure la vera tastiera russa. Scegli Russian per darle un’occhiata!

Dai tasti posizionati in alto puoi scegliere perfino il carattere da usare (quello predefinito è l’Helvetica ma ce ne sono davvero parecchi disponibili), aumentare o diminuire lo zoom e così via. Quando hai finito di digitare l’intero testo, premi sul pulsante Download per avviare lo scaricamento del documento in lingua originale. Inoltre, è possibile condividere il testo nei social network, inviarlo via email etc.

Un altro ottimo portale per disporre di numerose tastiere si chiama LiteType. Non appena esegui l’accesso alla home page, ti troverai di fronte a varie tipologie di lingue. Clicca su quella che ti occorre per aprire la tastiera. In basso ci sono i simboli da usare, mentre in alto puoi vedere le voci per condividere il testo e per scaricarlo nel tuo computer.

Approfondisci

Come Proteggere la Propria Carta di Credito

Basta una semplice “strisciata” ed il gioco e’ fatto. Infatti in soli pochi secondi i dati della nostra carta di credito possono essere copiati da malviventi su un nuovo supporto, ovviamente falso. In questa guida quindi parlerò di come i consumatori possono difendersi dalle truffe effettuate tramite le carte di credito clonate, e come poter correre ai ripari prima che sia troppo tardi.

Uno dei vari metodi che usano i truffatori e’ quello dello skimmer, cioé una cornice applicata alla fessura del bancomat che legge carta e dati personali. Naturalmente il malvivente ha bisogno anche del pin e puo’ quindi utilizzare anche una microcamera nascosta, oppure una finta tastiera per rubare il codice.

Per fortuna anche le banche si stanno muovendo per arginare questo fenomeno diffondendo macchine bancomat che rilevano le manomissioni. Anche le carte di credito naturalmente stanno diventando più innovative perché dotate di un chip che consente di avere una tracciabilità dei movimenti.

Risulta essere utile attivare il servizio di allerta tramite SMS che consente di ricevere direttamente sul cellulare tutti i dettagli di pagamento effettuati con la propria carta. Ormai è un servizio a cui possono accedere tutti.

Risulta essere importante anche controllare attentamente di volta in volta gli estratti conto. In questo modo che se ci sono transazioni che non ricordate di aver eseguito potete contattare la banca che vi ha rilasciato la carta.

Ogni volta che effettuate un prelievo o altre operazioni al bancomat controllate sempre che non ci siano piccole telecamere a spiarvi oppure altri segni di manomissione. Attenzione anche se notate la tastiera più spessa.

Mentre digitate il codice controllate che non ci sia nessuno dietro di voi che vi osserva. Cercate di digitare i numeri coprendo la tastiera con la mano; se la carta si inceppa diffidate di chi vi offre aiuto ma rivolgetevi alla banca.

Se non si utilizza la carta, è sempre possibile disdirla seguendo questa guida presente su Claudiosacchetto.com in modo da non correre rischi.

Approfondisci

Come Aumentare Velocità di Download

Hai lasciato il tuo PC acceso tutta la notte sperando di trovare il giorno dopo quel film che tanto speravi di scaricare ma, andando a dare un’occhiata allo schermo del tuo dispositivo, ti sei accorto che non è nemmeno a metà e che ci vorranno ore ed ore per terminare. Lo so, avere i download lentissimi non è una gran cosa, ma forse posso trovare una soluzione che faccia al caso tuo.

Di rimedi naturali o non che riescano a velocizzare lo scaricamento dei file non ne esistono, dato che se i download vanno lenti è colpa della connessione, del computer o del sito o software che stai usando. Ma seguendo qualche buona direttiva riuscirai finalmente a scoprire come aumentare la velocità di download in maniera alquanto interessante, così sarai in grado di ottenere quel film che tanto desideravi in un attimo!

Il metodo migliore per aumentare la velocità di download è quello di utilizzare un download manager esterno che gestisca i nostri file, piuttosto che utilizzare quello integrato al browser. Il principale programma di questa categoria si chiama Free Download Manager e lo puoi scaricare da FreeDownloadManager.org (sono disponibili tante versioni ma è consigliabile cliccare sul primo pulsante).

Una volta che hai installato questo software fai clic sul tasto + o trascina il file che intendi scaricare nel riquadro blu. In questa maniera aggiungerai il file in coda nel download manager per scaricarlo al massimo della velocità. Con Free Download Manager è possibile anche integrare i file che vengono messi in coda nei software di peer to peer come eMule e uTorrent. Provalo e fammi sapere se velocizzi o meno i tuoi download.

Approfondisci

Come Collegare Cavo Midi alla Tastiera del Pc

Il Midi è un protocollo nato nel 1986 circa che serve per la trasmissione di dati in formato binario 0 e 1 (su cui si basano i computer) tra due o più macchine, in modo tale che interagiscano tra loro. In questa guida ti spiego come collegare una tastiera musicale o no, ad un pc attraverso un cavo midi.

Per prima cosa, acquista il cavo Midi, normalmente in vendita come interfaccia Midi. Questo è formato da un lato con due spinotti a vari poli In e Out, mentre dall’alto lato, da un collegamento Usb. Tra i due capi del cavo, è presente un trasduttore di segnale che permette di inviare e ricevere dati.

Adesso posiziona il tuo computer vicino una tastiera musicale o qualsiasi altro strumento che abbia gli ingressi e le uscite Midi. Nel tuo strumento, generalmente nel retro, sono presenti i punti di collegamento midi. Potresti averne tre: In, Out e Thru. L’interfaccia in vendita è formato da due: uno per inviare dati midi e l’altro per riceverli.

Inserisci In su In e Out su Out, quindi inserisci anche il cavo usb nel tuo computer. Accendi per prima cosa il computer e aspetta che si auto installino i driver dell’interfaccia midi. Fatto questo, accendi lo strumento Midi, quindi apri un programma che gestisce dati midi, come Basco’s, Finale etc. Setta i parametri di configurazione.

Approfondisci